7 Minuti – Recensione

di Alessandro Caselli

Uno spettacolo toccante, graffiante e coinvolgente: questo è “7 minuti”. La regia di Alessandro Gassman propone al pubblico uno spettacolo con una tematica molto attuale: la precarietà del lavoro. In una fabbrica francese undici operaie si trovano di fronte ad una scelta: rinunciare a sette minuti del loro intervallo lavorativo giornaliero o rischiare di perdere il loro posto di lavoro. Queste operaie, con le loro differenti personalità, ci raccontano le paure per il loro futuro, la rabbia che situazioni di precarietà lavorative possono scatenare, le angosce di chi vive nel delicato mondo della precarietà. Bianca, la protagonista dello spettacolo interpretata da Ottavia Piccolo, tenta e persevera nel far capire alle altre operaie il fine ultimo di questa proposta, quello di lavorare sette minuti in più ogni giorno senza ottenere nulla in cambio. Il finale aperto lascia gli spettatori dubbiosi sulle sorti delle operaie. Con questo spettacolo il teatro può davvero essere luogo di riflessione, senza mai rinunciare alle emozioni: questo è “7 minuti”.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...